1

Scannabue

torino_2Scannabue è situato nel quartiere San Salvario dove la vita della città offre sfumature uniche, sono infatti presenti una serie infinita di bar e ristoranti che costellano le strade. La struttura di questo locale veniva utilizzata come sala d’esposizione di veicoli. Ora la struttura del ristorante è decorato come un caffè torinese delle XIX secolo, anche se in realtà potrebbe ricordare maggiormente un bistrò parigino, con i suoi mobili marrone cioccolato e verde oliva, le assi del pavimento in legno e una particolare decorazione che lo contraddistingue. Il menù degustazione (30€), include una selezione di antipasti presentati in modo creativo, delizie che comprendono coniglio, tartara di manzo e merluzzo con purè, assieme ad agnolotti del plin stufati con coniglio, manzo e maiale.

  • Piatti da 9€. +39 011 669 6693, scannabue.it. Aperto tutti i giorni dalle 12:30-14:30 e dalle 19:30-02:00

Eataly

Questo grande emporio dell’alimentazione è stato aperto a Torino nel 2007, all’interno di una ex fabbrica. La struttura offre i migliori prodotti nazionali, da tagli di prima qualità di manzo fino ai vini più rinomati, includendo le qualità più celebri del Piemonte come Barbaresco e Barolo. Un’ampia sezione è dedicata allo slow food, il movimento internazionale nato a Torino e che tiene in considerazione le produzioni locali, i prodotti stagionali e la cucina regionale. La struttura è costellata di ristoranti e bar informali, ognuno dei quali serve pasti gustosi preparati utilizzando ingredienti locali e stagionali di alta qualità: pane fresco, formaggi, insaccati, carni stagionate, pasta fatta a mano e anche dolci e gelati.

  • Piatti da 5,80€. +39 011 1950 6801, eataly.net. Aperto tutti i giorni dalle 10:00-22:30

Porto di Savona

Uno dei ristoranti più antichi della città, il Porto di Savona ha visto la sua apertura nel 1863, quando Torino era ancora la capitale d’Italia (1861-1865). Il ristorante è situato nella stupenda Piazza Vittorio, e l’accogliente locale interno è disposto come si trattasse di una taverna del XIX secolo, con mobilio di quel periodo e pavimenti piastrellati. Il menù include il risotto con tartufi neri (10€) e le tagliatelle fatte in casa con formaggio cremoso Castelmagno (8,50€). I piatti del giorno sono composti con ingredienti stagionali, dai ricercati peperoni di questa regione alle croccanti nocciole utilizzate nei dolci. In autunno e inverno, il menù offre la celebre ‘bagna cauda’, un piatto tipico composto da aglio, olio e acciughe, utilizzato per intingere verdure crude tra le quali cardo, cavolo e peperoni.

  • Piatti da €6. +39 011 817 3500, foodandcompany.com. Aperto tutti i giorni dalle 12:30-14:30 (Sabato e domenica fino alle 03:00) e 19:30-00:00

Consorzio

Nel cuore del pittoresco portiere Quadrilatero Romano, sorge il Consorzio. Un ristorante caldo ed accogliente che offre cucina tradizionale con un tocco differente. Il padre di uno dei proprietari è un abile cacciatore di tartufi, e setacciando la foresta durante la stagione autunnale garantisce al ristorante il suo fungo più ricercato e premiato. Questo viene normalmente grattugiato sui taglierini fatti a mano. Sua moglie fornisce al ristorante vini biologici provenienti dal vigneto di famiglia nella provincia di Asti. Coloro che desiderano avventurarsi in un’esperienza culinaria più estrema, potranno optare per il quinto quarto (16€), un piatto che presenta una selezione di frattaglie che includono: cervella cotte avvolte in carta d’alluminio. Questo piatto complesso necessita due giorni per essere preparato, include animelle di vitello, cervello, trippa, acciughe e Marsala, con l’aggiunta di altri venti ingredienti tra i quali capperi e fagioli occhio nero.

  • Piatti da 9€. +39 011 276 7661, ristoranteconsorzio.it. Aperto da lunedì a venerdì dalle 12:30-02:30 e 19:30-01:00, sabato solamente dalle 19.30-01:00

Circolo dei Lettori

Il Circolo dei Lettori era precedentemente un club privato, dove si incontravano intellettuali, scrittori, poeti e artisti torinesi, come attestato da una serie di ritratti d’artista (ex membri) appesi ai muri del ristorante. Oggi giorno, l’associazione ospita pranzi letterari, gruppi di lettura, laboratori e un ristorante dall’interno cavernoso, muri di mattoni a vista e tappeti rosso cremisi. Il menù offre piatti regionali creativi che includono La finanziera, un’abbondante piatto fatto di frattaglie di vitello e cresta di gallo cucinata con Marsala, aceto ed erbe. Si dice che questo piatto abbia raggiunto la sua fama presso il vicino ristorante Del Cambio, uno dei più vecchi ristoranti al mondo (aperto nel 1757) e uno dei più eleganti, come è possibile comprendere dal suo menù.

  • Piatti da 13€. +39 011 432 6827, circololettori.it. Aperto da lunedì a sabato 12:00-02:30 e 19:30-00:00